Ultimi racconti erotici pubblicati
Home / Occasionali / Il figlio del capo
copertina racconto erotico

Il figlio del capo

Le cose in ufficio non erano andate bene, almeno così ricordavano Camilla e Giovanna, due efficienti segretarie, che da quando erano state assunte si erano distinte per capacità e serietà nel comportamento.
La situazione era cambiata radicalmente con l’arrivo del nuovo capoufficio, che altri non era se non il figlio del capo, che aveva deciso di avviare nella sua medesima attività il suo primogenito.
è stato così che fin dal suo arrivo Daniele s’è subito comportato da padroncino, esigendo, . per farsi bello agli occhi del padre, che tutti sgobbassero come facchini.
Ovviamente tutto questo non faceva piacere neppure a Camilla e Giovanna, che per la prima volta vedevano messa in dubbio la loro professionalità.
Come si permetteva quel figlio di papà di fare l’arrogante con loro?
Chissà che fuori dall’ambiente di lavoro il bambolotto non fosse più malleabile? Camilla, la bruna, la più scafata, ha avuto l’idea di affrontare il capoufficio sul terreno che meglio conosceva: il sesso! Giovanna si è schierata subito al suo fianco.
In poco tempo le due amiche hanno predisposto il loro piano.
Avrebbero telefonato a Daniele dicendo che c’era del lavoro urgente che gli dovevano assolutamente sottoporre, e che se non aveva niente in contrario sarebbero passate direttamente a casa sua con le pratiche.
Daniele accettò senza sospettare nulla, e la sera stessa le due suonarono alla sua porta.
Daniele si accorse presto che le pratiche che gli stavano mostrando non erano poi tanto urgenti, e che avrebbe potuto visionarle comodamente il giorno dopo in ufficio, ma ormai era troppo tardi: mani febbrili lo stavano accarezzando dappertutto, lo stavano spogliando…
Presto Daniele fu completamente nudo, schiacciato contro una parete, mentre Camilla gli stava succhiando il cazzo e Giovanna nuda si sgrillettava la passera per renderla ben lubrificata e pronta per essere penetrata.
A turno le due segretarie troie si gustarono il cazzo di Daniele in fica, facendolo sborrare ogni volta.
Daniele sembrava completamente succubo delle due donne, che non gli davano il tempo di respirare e si facevano in quattro per mantenerlo sempre eccitato.
Quando per riposarsi leccava un po’ di fica, le due lo sbocchinavano e non appena tornava bene in tiro si facevano chiavare nuovamente…
Alla fine Daniele si ritrovò boccheggiante, sfinito sul tappeto.
Non aveva mai fottuto tanto in una volta sola.
Quelle due segretarie erano due autentiche porche!
Camilla e Giovanna dal canto loro non potevano che congratularsi per il successo ottenuto: diciassette chiavate avevano contato!
Quando Daniele annunciò di avere bisogno di qualche giorno di riposo in ufficio è stata festa… FINE

About Erzulia

Colleziono racconti erotici perché sono sempre stati la mia passione. Il fatto è che non mi basta mai. Non mi bastano le mie esperienze, voglio anche quelle degli altri.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.