Ultimi racconti erotici pubblicati

Ricordi erotici

Ricordi erotici. Memorie pornografiche e rimembranze erotiche.

  • Come un pane uscito dal forno

    Si chiama Anna (se volete). Ha trentuno anni, a settembre il sesto anniversario di matrimonio. Il ma…

  • La cugina porcellina

    Quanti di voi nell’adolescenza si saranno innamorati della propria cugina? Quanti della propri…

  • Il vecchio amico

    Nel primo pomeriggio, mi telefonò mio marito Franco (43) chiedendomi di preparare la cena anche per …

  • Annalisa

    Tutto è iniziato per caso, come sempre. Danilo veniva spesso nello studio legale, in quel periodo, i…

  • Tiffany (3 di 5)

    Questo sabato mio marito non c’era, era andato da Bruna e Carla, ero gelosa come una pazza, un…

L’insegnante di francese

Frequentavo il quinto anno al liceo senza avere dei grandi risultati; e questo prima di tutto perché ero pigro e poi perché in classe non ascoltavo una parola di quello che i professori dicevano, e così durante le lezioni pensavo ai fatti miei oppure fantasticavo sulle professoresse che mi stavano …

Continua... »

Le trasgressioni di Marta

L’uomo Compare all’orizzonte il soggetto che fa per lei e lo vuole nonostante a sua volta sia sposato, lo vuole a tutti i costi: escogita ogni sistema per poterlo frequentare, lo circuisce finchè lo fa suo per un lungo ed intenso periodo, con discrezione, apparentemente senza compromettere l’equilibrio familiare. Hanno …

Continua... »

Un secondo

Bionda sulla sedia con tacchi a spillo oro

E’ notte. Da un pezzo. Se fosse una notte di qualche secolo fa sarebbe una notte silenziosa. Una notte che non fa rumore. Una di quelle notti buie e silenziose dove le tenebre avvolgono le case quando il sole cala e non lascia illuminazione se non la debole luce di …

Continua... »

Campioni del mondo!!!

Mi divertono gli uomini che si raccontano al bar. Alle volte ascolto i loro discorsi da dietro un libro sorseggiando una cioccolata calda; altre volte mi soffermo sui loro sguardi divertiti ed ingenui mentre boccheggiano una sigaretta e prendono l’aperitivo del dopo lavoro con le mani ancora sporche. Ma la …

Continua... »

Nottate particolari

Erano le undici meno tre quando alzai gli occhi dal giornale, interrotto dal suono del citofono. Non c’erano comunque buone nuove quel mattino. Era il postino con un plico. Un giovanotto dall’aria linda che mi consegnò un pacco in formato commerciale in cambio di denaro. Non disse una parola ma …

Continua... »