Ultimi racconti erotici pubblicati
Home / Incesti / Zia Mara
copertina racconto erotico

Zia Mara

Salve, sono un ragazzo di 22 anni e vivo a Cosenza. la storia che sto per raccontarvi e accaduta circa un mese fa, dovevo andare a Roma un paio di giorni, quindi accettai l’invito di mia zia Mara, a dormire da lei quei giorni.
Mia zia era una bella donna di 42 anni: alta, bionda e con un seno molto sproporzionato(5-6)e visto che era separata da 2 anni con lei c’era solo la figlia diciottenne Luana. quest’ultima somigliava molto alla madre, solo il seno, si era fermato ad una terza, ma a differenza della madre, era abbastanza sodo.
Arrivai li ad ora di cena, e dopo posato le valigie ci mettemmo subito a tavola.
Durante la cena parlammo un po’ di noi, delle solite cose: il lavoro, la famiglia ecc. appena finito Luana disse che doveva finire di studiare e si reco nella sua stanza,(dovete sapere che mia cugina, come la madre da giovane, e la classica ragazza che pensa solo allo studio e mai a qualche ragazzo.),cosi rimasi solo con mia zia. continuammo a parlare un altro po’, poi ad un certo punto mia zia mi fece una domanda che mi colpi:
“dimmi a zia, come va con le ragazze, tutto bene?”.
Io non risposi e mi feci un po’ rosso, e lei replicò dicendo:
“Ma che fai, hai vergogna della zia? Fai come se fossi una tua amica, non preoccuparti.”.
“Beh zia… è un periodo che su questo le cose non vanno molto bene.”.
“Ohh e come mai un così bel ragazzo come te?”.
“Eeh, è un paio di mesi che non ho rapporti con qualche donna.”.
piano piano stavo prendendo coraggio cosi:
“zia potrei farti una domanda un po’ personale?
“ma certo ,ti ho detto che io sono come una tua amica!!
“be, ti vorrei chiedere tu che sei separata da due anni, come fai a non stare con nessuno per tutto questo tempo?
lei non rispose ed io replicai dicendo:
“Intendo col sesso, non ne hai bisogno.
A queste parole mia zia arrossi un po’, ed io mi resi conto di aver esagerato, ma dopo un po’, vidi sulle sue labbra comparse un sorriso ed esclamo:
“ma come mai il mio nipotino mi fa tutte queste domande? magari vorresti aiutare la zia??
A queste parole lei porto la sua mano in mezzo alle mie gambe e strinse il mio membro che pulsava sotto i pantaloni. io rendendomi conto che ero riuscito a sedurre mia zia, portai la mia mano su quegli enormi seni e incominciai a tastarli. Poi la feci alzare e la baciai appassionatamente, e con l’altra mano le sollevai il vestito, ma qui lei mi fermo dicendomi di continuare in camera sua.
Entrati nella stanza ci spogliammo velocemente e ci sdraiammo sul letto. incominciai a baciarla prima sul viso, poi scesi sul collo e ancora sul seno ,quando lei ad un certo punto disse che stava scoppiando e che voleva scopare. a questo punto la penetrai piano e incominciai a pompare sempre più veloce, finche dopo una decina di minuti, non avemmo insieme un orgasmo stupendo.
Rimasi attaccato a lei per qualche minuto, ed appena staccato lei si piego verso il mio membro dicendomi che voleva ringraziarmi per quello che gli avevo dato. incomincio a leccarlo fin che non divenne di nuovo duro e a quel punto lo fece scomparire nella sua bocca succhiandolo velocemente, finche non ci sborrai dentro e lei lo caccio dalla bocca solo quando fini di bere tutto il mio seme.
A questo punto entrambi stanchi ci addormentammo abbracciati, pensando a quello che ci aspettava l’indomani. FINE

About Porno e sesso

I racconti erotici sono spunti per far viaggare le persone in un'altra dimensione. Quando leggi un racconto la tua mente crea gli ambienti, crea le sfumature e gioca con i pensieri degli attori. Almeno nei miei racconti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.