Home / Esperienze / Fantasie represse di una donna
copertina racconto erotico

Fantasie represse di una donna

Avevo deciso di andare al mare, però volevo in un certo senso fare qualcosa
di diverso, fare qualcosa che avevo sempre immaginato nella mia fantasia, ma per vergogna, pudore o che so, non avevo mai osato fare…
Avevo voglia di prendere il sole, e di mostrare il mio corpo.. decisi di andare in
una spiaggia libera, dove volendo avrei potuto prendere il sole nuda…
Dopo aver parcheggiato e preso il borsone mi avviai per il sentiero che portava giù dalla scogliera.. era tortuoso arrivare in quel posto, ma mi avrebbe garantito un po’ di privacy se avessi deciso di attuare i miei pensieri, essendo la spiaggia formata da infinite radure di scogli…
Arrivai finalmente e trovai il posto adatto, una piccola spiaggetta nascosta da scogli alti tutto intorno… e vuota… ero solo io, da sola…
Mi spogliai lentamente, tolsi il reggiseno e, titubante, dopo alcuni minuti anche gli slip…
Mi sdraia a pancia in giù…. ahhhh.. che meraviglia sentire il sole che scalda ogni centimetro di pelle… era una sensazione eccitante…
Mi crogiolai per un po’ in quella posizione, ma temendo di scottare il mio culetto che mai aveva avuto l’onore di essere baciato dal sole decisi di girarmi…
Notai immediatamente che avevo compagnia… due ragazzi, nudi pure loro, avevano steso gli asciugamani un po’ più sotto di me… e mi davano le spalle..
La cosa stranamente, invece di spaventarmi, mi diede uno strano brivido.. e mi fece sorridere..
Mi risdraiai di nuovo… però notai che i due si girarono e si posizionarono in modo da potermi guardare….
Tenevo le gambe strette, un po’ per pudore, ma la sensazione di essere osservata mi lasciava frizzante, e mi eccitava…
Me ne stetti un po’ così… poi mi trovai eccitata e desiderosa di mostrare ai miei due “amici” qualcosa di più di me… così.. piano piano senza far vedere che la cosa era intenzionale allargai di un pochino le gambe…
La cosa aumentò ancora di più quello strano stato di eccitazione, sentivo l’aria che mi sfiorava le labbra ed il sole che mi toccava la fica…
Notai che anche loro avevano apprezzato la cosa, perché si erano posizionati meglio e stavano chiaramente commentando fra loro…
Alzai allora un ginocchio appoggiando un piede sulla sabbia… immaginai la scena che vedevano loro..
le gambe leggermente aperte che lasciavano libera e dischiusa la mia fica e magari il contorno del seno coi capezzoli eretti… mi veniva voglia di toccarmi….
Decisi di alzare la testa, volevo vedere cosa sarebbe accaduto.. alzai anche l’altro ginocchio puntando sempre il piede per terra e mi appoggiai sui gomiti… ora le mie gambe erano aperte e mostravano tutto quello che c’era da vedere….
Sentivo i loro occhi sulla mia fica e sul mio seno… ero eccitata da morire… la mia fica era bagnata, lo sapevo, ed ero sicura che lo avessero notato anche loro…
Mi alzai ed andai a riva per fare un bagno… notai passando vicino a loro che si erano girati, e che erano loro ora ad offrirmi la visione dei loro corpi… notai avidamente che il mio comportamento aveva sortito un effetto bomba.. i loro cazzi erano perfettamente eretti…
Entrai in acqua… e li vidi osservarmi a lungo… ma non si mossero di lì…
Decisi di uscire.. passai loro accanto e mi stupii dell’occhiata maliziosa che gli rivolsi… si stavano accarezzando il cazzo, e mi sorrisero complici…
Mi inginocchiai sull’asciugamano e fingendo di sistemare qualcosa nella borsa inarcando la schiena con le gambe ancora aperte offrii loro anche lo spettacolo del mio culetto…
Uno di loro mi si avvicinò… e mi chiese se mi avrebbe fatto piacere che loro fossero venuti lì vicino con gli asciugamani a farmi un po’ di compagnia….
Già mi pregustavo cosa sarebbe successo e annuii dicendo che non c’era problema…
Li aspettai seduta, con le ginocchia raccolte al petto..
Il primo che arrivò posizionò l’asciugamano vicino a me sulla mia sinistra e si sedette… guardandomi e accarezzandosi ancora il cazzo…
Il secondo la posizionò ai miei piedi…
Si inginocchiò di fronte e mi guardò fissa negli occhi sorridendo…. mi disse: “sei bellissima… hai una fica magnifica.. fammi vedere…. ” Così dicendo mi accarezzò le gambe ed arrivato all’altezza delle ginocchia con dolcezza le aprì…
L’altro cominciò ad accarezzarmi i seni.. era una sensazione bellissima….. chiusi gli occhi assaporando il tutto.. sentii le sue labbra sul mio seno, la sua lingua che passava sui miei capezzoli e la sua bocca che succhiava…
Allungai una mano e trovai il suo cazzo duro e teso… cominciai a masturbarlo con la mano…
Intanto fra le mie cosce sentivo le mani dell’altro che mi accarezzavano, le carezze si fecero più intime…
Mi alzò le gambe e me le divaricò del tutto… mi toccò la fica bagnatissima, e sentii le sue dita che mi scivolavano dentro… con l’altra mano mi teneva aperte le labbra e mi accarezzava il clitoride…
Quello vicino a me mi si avvicinò di più e offrì alla mia bocca il suo bellissimo cazzo… lo ingoiai con un risucchio… era molto grosso, con una mano tenevo l’asta e con l’altra gli accarezzavo i testicoli pieni..
Mentre facevo questo sentivo la bocca dell’altro che mi baciava l’interno coscia, finche sentii la sua lingua calda che si insinuava fra le pieghe della mia fica… mi leccava piano, dall’alto in basso, per poi fermarsi sul mio clitoride e baciarlo, e poi succhiarlo… con le dita intanto mi penetrava…
Il suo amico mi pompava forte nella bocca e lo sentivo gemere… lo fermai un attimo, altrimenti si sarebbe scaricato presto nella mia bocca, ed io avevo un’idea di come dovesse finire quell’incontro…
Cominciai a leccare piano l’asta, per scendere sui testicoli e succhiarli appena… risalire verso il glande.. e leccare, come fosse un buon gelato…
Era fantastica la sensazione di poter leccare un cazzo e sentire una lingua che ti penetra la fica….
Era molto bravo…. la sua lingua era esperta, e le sue dita adesso avevano cominciato ad accarezzare anche l’altro buchino… forzandolo delicatamente…
Si scambiarono i posti… mi fecero mettere in ginocchio… con le mani a terra…. alla pecorina .. quello a cui avevo succhiato il cazzo mi si mise dietro e comincio a baciarmi il culo… mentre l’altro mi offrì il suo di cazzo da succhiare…
Erano troppo eccitati loro.. e lo ero anche io… li pregai di prendermi….
Quello che stava davanti si stese ed io mi accucciai sopra di lui… appena lo puntò scivolò dentro di me… era molto grosso e lungo… mi riempiva tutta…
Mi face abbassare in modo da poter succhiarmi i seni… l’altro vista la posizione approfittò del mio sedere alzato, e dopo aver lubrificato bene con gli umori copiosi della mia fica il mio buchetto mi penetrò da dietro…
Inutile descrivere la sensazione di essere penetrate da due uomini contemporaneamente… che si muovono all’unisono…
Ero eccitatissima… mi stavano facendo godere moltissimo ed anche loro a giudicare dai gemiti se la stavano spassando un bel po’..
Arrivammo all’orgasmo quasi insieme… li sentii ingrossarsi ancora di più dentro il mio corpo ed il calore dentro di me aumentare fino a sentire gli spasmi dell’orgasmo che si facevano strada .. fu un’esplosione di urla… e di caldi umori…
Ci rilassammo un pochino ancora tutti aggrovigliati.. e ci baciammo insieme
complimentandoci… per ciò che era accaduto….
Un po’ indolenzita poi… ci avviammo verso la riva, per fare un meritato bagno!!
Fu un’esperienza fantastica… non la scorderò mai… FINE

About erotico

I racconti erotici sono la mia passione. A volte, di sera, quando fuoi non sento rumori provenire dalla strada, guardo qualche persona passare e immagino la loro storia. La possibile situazione erotica che potranno vivere...

Leggi anche

copertina racconto erotico

Daniela la voyer

I due uomini che si stavano facendo spompinare, erano entrambi 50enni, stavano apprezzando decisamente il …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.