Ultimi racconti erotici pubblicati
Home / Sogni / La mia ex è diventata super porca
copertina racconto erotico

La mia ex è diventata super porca

Questa notte ho sognato P. , una mia ex, la quale non voleva che gli leccassi la figa e nemmeno me lo prendeva in bocca, però sapeva provocare molto bene.
Son a casa pacifico che mi faccio gli affari miei, mi suona il cell, nel display vedo che compare il nome di P. e rispondo:
“Ciao sono P. e ti dovrei chiedere un favore, siccome ho un problema col mio pc, potresti venire a casa mia oggi pomeriggio che vedi se riesci a sistemarlo? “.
“Ok” le dico io “ci vediamo da te verso le 14; alle 14 vado da lei, suono, mi apre la porta e si presenta vestita in ciabatte, minigonna, reggicalze e maglietta stretta che fa vedere la sua 3^ di reggiseno.
“scusami ma son appena tornata da un pranzo e mi devo ancora cambiare, finché mi sistemi il pc io mi vado a mettere più a mio agio! “.
Io accendo il pc, risolvo il piccolo problema, spengo il pc, glielo dico e lei mi dice di andare in camera sua che lei deve fare una cosa in bagno; io vado e mi butto sul letto.
Ritorna e mi appare vestita con un babydoll in raso verde e pizzo e perizoma accompagnato (un mio regalo) e un paio di nuovi stivali un po’ elasticizzati in pelle nera e alti fino al ginocchio con tacco da cm. 10; a questa eccitante vista mi si gonfia fi brutto il mio cazzone, lei si avvicina a me e mi spoglia completamente, mi tocca il cazzo dicendo
“Che voglia che ho del tuo cazzone, non ne ho trovati di belli grossi e duri come il tuo e per questo motivo sono in astinenza da quando ci siamo lasciati! ” ed inizia a menarmelo a ritmo alternato per farmi godere di più…
Poi si sdraia sul letto, io mi avvicino per penetrarla da davanti e a questo punto lei inizia a masturbarmi con i suoi stivali (premetto che con i piedi è bravissima a maturbare) mentre il mio cazzo era sempre più gonfio di piacere. Dopodiché, conoscendo la mia passione per gli stivali mi ordina di leccare e baciare bene ogni centimetro quadrato dei suoi stivali, tacco e suola compresi, io eseguo e tutto ciò mi eccita sempre di più.
A questo punto Lei inizia a baciarmi dolcemente il cazzo e pian piano si gira fino a posizionarmi sopra di me per un magnifico 69; io la prendo la scosto ed inizio a ficcarglielo tutto dentro di potenza facendola urlare di piacere
“Sìììì, sfondami tutta, sono la tua troia” ed io continuo a pompare dentro la sua figa bagnatissima;
“ora sverginami il culo e fammi male più che puoi! “, senza esitare la metto a 90° e glielo metto dentro tutto con un colpo secco, senza lubrificare il suo strettissimo buchetto e facendole uscire sangue, però il piacere che sta provando supera di gran lunga il dolore della perdita di verginità.
Dopo aver pompato per un po’ dentro il suo culo, ci posizioniamo per il 69 (io sotto e lei sopra) fino a riempire la sua bocca con il mio sperma e lei a dissetarmi con i suoi squisitissimi umori.
Lei mi dice
“per me è appagante solo fare sesso con te perché riesci a tirar fuori la gran troia che è in me”, a questo punto mi sveglio col cazzo di marmo e vado in bagno a farmi una sega pensando alla mia ex e a quanto mi piacerebbe che diventasse super porca e scoparla come appena sognato FINE

About Esperienze erotiche

Mi piace partecipare al progetto dei racconti erotici, perché la letteratura erotica da vita alle fantasie erotiche del lettore, rispolverando ricordi impressi nella mente. Un racconto erotico è più di una lettura, è un viaggio nella mente che lascia il segno.

Leggi anche

copertina racconto erotico

In limousine con Wendy

Ieri ho fatto questo sogno: cammino per la strada, quando mi accorgo di essere seguito …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.