Ultimi racconti erotici pubblicati
Home / Sogni / La veterinaria
copertina racconto erotico

La veterinaria

Il mio nome è Anna, ho 29 anni, un bel fisico con una bel paio di tette (4 misura), una vita abbastanza stretta e un bel culo sodo non cascante; la ragazza perfetta per molti uomini.
Le mie esperienze sessuali sono state molto varie fino ad adesso, ma volevo sperimentare qualcosa di nuovo e molto più eccitante.
Io amo molto gi animali, e per questo mi sono laureata da poco in medicina veterinaria e ho aperto uno studio medico per animali con un piccolo parco dietro di esso dove alcuni animali rimasti soli possono girare liberi.
Fin’ora, l’idea di fare del sesso con un’animale non mi aveva nemmeno sfiorata ma, una sera, mi ero fermata in studio per più tempo per curare un caso difficile e quindi avevo dovuto rimandare una solenne scopata con il mio ragazzo: Piero.
Finalmente, finito di operare, verso mezzanotte stavo per ritornare a casa quando sento dei rumori provenienti dal parco:
nel recinto dei cavalli Nella, la cavalla, era in calore e si stava facendo scopare dallo stupendo stallone che le faceva compagnia.
Vedendo quella sena, mi eccitai moltissimo e andando a tastare la mia fessura, mi accorsi di essere terribilmente bagnata.
Anch’io, volevo avere un trattamento simile a quello che stava subendo Nella; purtroppo però, loro ne avrebbero avuto ancora per molto quindi stavo per ritornare sui miei passi quando vidi di fronte a me il recinto dei cani.
Una coppia di Pastori tedeschi stavano osservando la scena dei due cavalli.
Non ci pensai su due volte, presi il maschio e la femmina e le accompagnai nella sala operatoria; presi, poi, a spogliarmi completamente fino a rimanere nuda.
Andai quindi alla porta e la chiusi a chiave per potermi isolare completamente dal mondo esterno.
Ero completamente elettrizzata, la mia passera era grondante di umori e stavo sudando come in sauna.
I due cani intanto si erano accucciati vicino al tavolo operatorio, e mi stavano guardando con degli occhi compiacenti.
Mi diressi subito verso il maschio e presi a fargli un solenne sega, mentre alla femmina tastavo la sua vagina.
Eravamo tutte e due molto bagnate e il maschio deve averlo capito subito perchè si rizzò subito in piedi e andò a cercare la vagina della compagna.
Io però lo volevo nella mia passera, quindi lo presi per il suo grosso cazzo pulsante e mi misi carponi aspettando che me lo mettesse dentro.
Non dovetti attendere a lungo e il suo cazzo già cercava il mio pube.
Con la mano lo indirizzai nel giusto posto e poi iniziai a godere come una “cagna”.
La femmina, intanto, si era posizionata davanti a me e con la sua lingua mi leccava tutta la faccia, finendo poi sulle tette.
Mentre il maschio mi sfondava dietro, io girai la femmina e comincia a masturbarla; gli dovette piacere molto perché emetteva dei lunghi versi di godimento.
Dopo un quarto d’ora di sesso, il maschio mi venne dentro e anch’io non potei resistere e godetti copiosamente.
La femmina intanto mi aveva macchiato tutta la mano con i suoi umori, finchè venne, schizzandomi il braccio.
Dopo essermi ripresa da quel lungo amplesso, mi risistemai e ricondussi i due cani nel loro recinto. I cavalli intanto avevano finito di scopare e si erano addormentati.
Quella notte sognai a lungo quell’esperienza e la mattina dopo mi risvegliai tutta bagnata. FINE

About racconti hard

Ciao, grazie per essere sulla mia pagina dedicata ai miei racconti erotici. Ho scelto questi racconti perché mi piacciono, perché i miei racconti ti spingeranno attraverso gli scenari che la tua mente saprà creare.

Leggi anche

copertina racconto erotico

In limousine con Wendy

Ieri ho fatto questo sogno: cammino per la strada, quando mi accorgo di essere seguito …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.