Ultimi racconti erotici pubblicati
Home / Incesti / Mia cugina in sogno
copertina racconto erotico

Mia cugina in sogno

Spesso sogno mia cugina.
è sempre stata molto bella, ma nel sogno io aggiungo una qualità importante: ha la capacità di trasformarsi nella donna che più le piace essere.
E ovviamente è molto più porca di quanto sia nella vita reale…
Sogno, per esempio, di uscire con lei, la sera, per andare a cena.
Usciamo insieme, e lei è infagottata in una maglietta molto larga, un paio di pantaloni senza forma e scarpe basse.
Con uno zainetto sulle spalle.
Usciamo, lei sale in macchina e sta zitta .
Poi, piano piano, inizia ad ansimare piano, come se qualcosa la eccitasse.
E dopo qualche chilometro mi dice di fermarmi
“appena trovo un posto tranquillo”.
Nel sogno, io credo sempre che stia male… trovo un viottolo di campagna e giro subito.
E invece non sta male: ha solo bisogno di cambiare.
Esce dall’auto e inizia a togliersi i vestiti di dosso.
Sotto ha una biancheria normale, di cotone bianco.
è molto bella, anche così.
Ma mi guarda, con gli occhi torbidi, e mi dice
“dimmi che amica vuoi, questa sera”.
è in piedi davanti a me.
E io inizi o a immaginare come la vorrei.
“Le gambe un po’ più lunghe, i fianchi un po’ più stretti” le dico.
“Vorrei più bocca… una bocca che faccia venire voglia di morderla”.
Le labbra le si gonfiano piano…
“dimmi quando ti basta”.
Intanto le sue gambe, silenziosamente, si sono allungate.
E i fianchi hanno fatto quello che volevo.
“Non vuoi altro? ”
“Non so… ”
“Va bene, faccio da sola” dice sorridendo.
Si toglie la biancheria e rimane nuda.
Poi apre lo zainetto e tira fuori poche cose. Io ho chiuso gli occhi, mi tocco con la mano.
Quando riapro gli occhi, dopo due minuti, lei è seduta vicino a me.
Ed è cambiata.
Ai piedi magnifiche scarpe con i tacchi a spillo, altissime, scollate, a punta.
Addosso soltanto un microabito rosso, che la fascia strettissima.
“Ti piaccio? ” mi chiede.
“Si, molto”.
“Beh, vediamo se posso fare di meglio”.
Chiude gli occhi e io continuo a guardarla mentre i capelli, da castani, s i fanno biondi.
Mi accorgo che le gambe si allungano ancora un po’ di più. Il culo si arrotonda, e poi… le tette. le tette iniziano a crescere.
Il vestito è fatto per mostrarle proprio bene, le sue tette, ma lei sta facendo del suo meglio perché si veda no sempre di più.
Secondo dopo secondo, crescono, crescono ancora.
E proprio quando stanno per uscire dal vestito, lei le ferma.
Sospira, riapre gli occhi.
è bellissima.
“Così va bene? ”
Nel mio sogno, io non resisto più.
Apro i pantaloni, tiro fuori il mio pene.
Lei ci si tuffa sopra, con la sua nuova bocca… e inizia a succhiarmelo.
è una pompinara fantastica, ma quello che mi fa impazzire di lei è il suo culo.
Dolcemente si stende per terra e io mi stendo sopra di lei.
Cominciamo a baciarci con furore, e lei è abilissima con la bocca, la sua lingua si intreccia con la mia in un gioco erotico sensazionale.
Poi si stacca dalla mia bocca e mi sussurra dolcemente
“Adesso voglio che mi scopi a sangue”.
Io le apri le gambe e comincio a leccarle la fichetta già umida dei suoi umori, poi appoggio la mia cappella e con un colpo solo la penetro.
Lei cinge il mio corpo con le sue gambe e spinge lo stesso verso di lei aumentando la foga della mia penetrazione, e nello stesso la mia eccitazione.
Dopo qualche colpo vengo dentro la sua fica.
Chissà se qualche giorno potrò scoparla davvero!!! FINE

About erotico

I racconti erotici sono la mia passione. A volte, di sera, quando fuoi non sento rumori provenire dalla strada, guardo qualche persona passare e immagino la loro storia. La possibile situazione erotica che potranno vivere...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.