Home / Viaggi / La doccia al mare
copertina racconto erotico

La doccia al mare

Ero al mare in uno stabilimento che ha anche le docce calde in cabine chiuse.
La cosa particolare era che tra una doccia e l’altra ci sono dei buchi più o meno all’altezza di un metro da terra.
Per cui, regolarmente, mentre facevo la doccia guardavo se nella vicina c’era una ragazza che magari si stava insaponando.
Una volta, entrato nella mia doccia, ho sentito le voci di un uomo e una donna, provenire dalla doccia vicina.
Allora, facendo finta di raccogliere il sapone per paura di essere visto dai vicini, mi sono avvicinato al buco.
In primo piano ho visto un bellissimo culetto giovane, a pecorina, e la mano del ragazzo che stava stantuffando con il pollice dentro la passerina bionda. Immediatamente il mio pisello si è indurito e, continuando a spiare, ho cominciato a toccarmelo.
Lei , sempre chinata , muoveva ritmicamente il bacino per andare incontro al pollice che la penetrava ma ad un certo punto si è voltata e ha guardato verso il buco.
Io mi sono immediatamente rialzato con il dubbio che mi avesse visto , ed ho ripreso a fare la doccia come niente fosse, salvo un cazzo gonfio e duro come un bastone.
La voglia di guardare comunque non mi lasciava e l’eccitazione era aumentata dai rumori dei colpi che si sentivano contro le pareti della doccia.
Allora, sempre facendo finta di lavarmi mi sono richinato e guardando verso il buco ho visto l’occhio di lei che mi stava guardando.
Mi sono alzato ma l’idea di lei che mentre si stava facendo scopare mi guardava nudo mi ha eccitato ancora di più.
Non capivo più nulla, mi sono voltato verso il buco con il mio pene in erezione e mi sono messo a scappellarlo ripetutamente a pochi centimetri dal buco cioè da Lei che mi guardava.
Poi persa ogni inibizione mi sono chinato e ho visto che lei continuava a guardarmi, china con lui dietro che la colpiva con potenti colpi di reni.
Ho continuato a guardare conscio che lei mi vedeva e mi sono masturbato fino a schizzare potentemente.
Io non avevo mai provato qualcosa di così eccitante, ma anche lei deve aver goduto di essere guardata mentre scopava. FINE

About A luci rosse

Mi piace scrivere racconti erotici perché esprimo i miei desideri, le storie vissute e quelle che vorrei vivere. Condivido le mie esperienze erotiche e le mie fantasie… a luci rosse!

Leggi anche

copertina racconto erotico

Tempo di vacanze

Il viaggio verso l’isola era stato abbastanza piacevole, a parte una piccola turbolenza che era …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.