Ultimi racconti erotici pubblicati
Home / Viaggi / Spiaggia assolata
copertina racconto erotico

Spiaggia assolata

Era un giorno d’estate e non c’era una nube in cielo.
Era il mio di libertà e mi sono recato ad una spiaggia appartata dove poter prendere il sole nudo.
Mi ero appena sdraiata quando ho visto due ragazze abbronzate che si stavano dirigendo verso di me.
Si sono arrestate a 20 metri da me e si sono spogliate.
Erano entrambe bionde.
Uno era sulla ventina e l’altra più giovane di alcuni anni ma tutt’e due avevano una figura apprezzabile e tette splendide.
Hanno cominciato a strofinarsi l’un l’altra con l’olio solare, controllando di tanto in tanto se guardavo e muovendo eroticamente le mani su tutti i loro corpi sodi.
Quando hanno cominciato a massaggiarsi le tette, ho avuto istantaneamente un’erezione.
La più giovane è stata la prima ad osservare il mio apprezzamento e ha risposto pizzicandosi i capezzoli eretti e sorridendomi.
Poi si è girata e ha bisbigliato qualche cosa alla sua amica.
La più vecchia si è alzata e ha cominciato a camminare verso di me, giocando con le sue tette mentre i suoi occhi erano puntati sul mio amico dalla testa rossa che cercavo disperatamente di nascondere.
Si è fermata quando stava quasi sopra di me e ha domandato se potevo ungergli un po’ la schiena.
Ero ammutolito, ma ho accennato di si col capo.
Le ho fatto posto sul mio asciugamano, si è sdraiata a faccia in giù e mi ha comandato di cominciare dai piedi.
In seguito ho lubrificato le sue natiche sode e ho cominciato ad ungerle le spalle e non ho fatto caso che la sua amica si era avvicinata.
La ragazza sul mio asciugamano improvvisamente si è girata e mi ha sorriso.
Contemporaneamente ho fatto un salto nel sentire una mano che mi afferrava il cazzo duro come una roccia.
“Rilassate. ” ha detto la ragazza più giovane, mentre cominciava ad agitarmelo.
Prima che me ne rendessi conto ero sdraiato sulla mia schiena con le due ragazze inginocchiate tra le gambe che mi guardavano con occhi affamati.
La calda bocca bagnata della ragazza più vecchia ha avvolto il mio cannone d’amore che era alzato e pronto a sparare.
Non potevo resistere a lungo e rapidamente ho sparato il mio carico.
Lei ha risposto succhiandomi ancora più profondamente nella sua gola di velluto mentre il suo piccolo naso adorabile era seppellito nel mio pube.
Poi, con un rapido movimento, la sua bocca è scivolata via dal mio cazzo e la sua giovane amica gli si è tuffata sopra.
Mentre mi succhiava come un aspirapolvere per pulirmi, la sua lingua frustava il mio cazzo rigido e la sua amica giocava con le mie palle, sono venuto un’altra volta e lei ne ha ingoiato ogni goccia.
Sono rimasto sdraiato per un po’, totalmente ha prosciugato, e quando ho aperto gli occhi e ho dato un’occhiata intorno, ho visto le mie due nuova amiche scomparire nel cespuglio alla fine della spiaggia. FINE

About racconti hard

Ciao, grazie per essere sulla mia pagina dedicata ai miei racconti erotici. Ho scelto questi racconti perché mi piacciono, perché i miei racconti ti spingeranno attraverso gli scenari che la tua mente saprà creare.

Leggi anche

copertina racconto erotico

Scambio nel paradiso terrestre

“Attento a non prendere l’Autostrada per Belo Horizonte, per Paratì e a sinistra”. Alex è …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.