Ultimi racconti erotici pubblicati
Home / Viaggi / Un campo estivo
copertina racconto erotico

Un campo estivo

è estate, io e la compagnia decidiamo di fare una settimana di campo estivo in montagna in una casa molto grande di uno dei nostri amici.
Tutti i giorni gli impegnavamo in scampagnate in giro tra dirupi e colline quando purtroppo mi feci una distorsione alla gamba.
Era il terzo giorno sui sette totali e l’idea di starmeme tutto solo non mi allettava ma purtroppo non potevo muovermi più di tanto.
Il giorno dopo però la Fede non si sentiva tanto bene allore decise anche lei di stare in casa.
Lei la conosco da due anni e dalla prima volta che l’avevo vista provavo una forte attrazione per lei.
Diciassettenne, mia coetanea, con dei stupendi, lunghi capelli castano chiari, un corpetto da favola e due sode tettine.
Quella mattina aveva un pigiamino aderente che mi fece venire una notevole erezione, ad un tratto si mise vicino a me ed allora il mio pene non ce la faceva più. Io stavo quasi impazzendo, noi due completamente da soli per la prima volta.
Iniziai anche io ad avvicinarmi a lei, cominciando ad accarezzarla senza che la stessa mostrasse segni di disgustatezza, anzi la mia mano le piaceva molto !!!
Quest’ultima la passavo prima sul collo poi sul suo splendido culetto quando si iniziò anche lei ad eccitare, e si tolse la maglietta.
Non aveva reggiseno e mi disse di palpare le sue rigidissime tettine e non esitai.
Poi le succhiai con molto vigore allora venne il momento di penetrare la sua piccola fichetta vergine piena di calore.
Allora lei dopo poco arrivò all’orgasmo riempiendo la grande e vuota casa in nostro possesso di fragorose urla. FINE

About racconti hard

Ciao, grazie per essere sulla mia pagina dedicata ai miei racconti erotici. Ho scelto questi racconti perché mi piacciono, perché i miei racconti ti spingeranno attraverso gli scenari che la tua mente saprà creare.

Leggi anche

copertina racconto erotico

La spiaggetta privata

Tutto cominciò quando decise di andare a fare una vacanza al mare. Sebbene Massimo fosse …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.