Ultimi racconti erotici pubblicati
Home / Masturbazioni / Chat a tre
copertina racconto erotico

Chat a tre

INSERIRE NICKNAME… – Vediamo… BoccaDiRosa… vai! Sono in chat. Vediamo chi c’è di interessante… Era la prima volta che entravo in una chat. Ero emozionata mentre aspettavo di leggere i nick dei partecipanti, ma prima di riuscire a leggere l’elenco mi erano già arrivati 20 msg privati con frasi tipo: – che ci fai con quella bocca? – ciao ti va di scopare? – vieni a ciucciarmi, bocca di rosa… – Mamma mia, tutti allupati stasera! Scelsi di rispondere a Durissimo.

– Ciao come mai Durissimo? + Perché ho un arnese tra le gambe duro come il marmo.

– Davero? Ma come mai? Cosa ti ha eccitato? + Non lo so, sai com’è… viene così, e te lo trovi duro tra le gambe.

– Veramente no, non lo so com’è… + Non te la trovi mai bagnata la tua fighetta?

– Quello sì.. anche ora… + Maialina… e come mai bagnata?

– Bè.. stavo leggendo cose piccantine. + Quanti anni hai?

– Quasi 19, e tu? + Quasi 40. Mi trovi vecchio?

– No, perché? Mi piacciono gli uomini maturi… + E a me piacciono le maialine… tu lo sei?

– Non lo so… che intendi? + Le fighette che si bagnano e cercano piacere. Tu come farai ora a dare piacere alla tua passerina bagnata?

– Non lo so.. che mi consigli? + Mm… ti piace provocare… cosa indossi?

– Una mini di jeans e camicetta + E sotto?

– Slippino, ma niente reggiseno. + Ecco inizia ad insinuare un ditino sotto lo slippino e dimmi cosa senti.

– Entro di lato.. mmm… sento il mio grilletto che annaspa in un lago di piacere… + Accarezzalo, muovilo…

– Mmm… mi fa solletico. + Però ti piace, eh, maialina?

– Sì… sento la fichetta bagnata. + Entra dentro col ditino, e dimmi cosa senti.

– Sto entrando.. ahh… sento bagnato, e sento che la fighetta si stringe, mi dà i brividi. + Ah, come vorrei vederla. Immagina che il tuo ditino sia la mia lingua, vorrei asciugarti quella fighetta, raccogliere tutto il tuo brodino caldo.. Dimmi cosa stai facendo, dai. + Ehi, ci sei? Brutta maialina, ti stai toccando forte senza dire niente? Scommetto che hai la manina nelle mutande, vero? Scommetto che hai almeno due dita nella fighetta. + Dai rispondimi.. ho tirato fuori il mio uccellone duro per te. Vuoi sapere che ci faccio? + Lo stringo, stringo e la cappella si gonfia ancora di più. Ehi troietta, rispondi.

– Scusa, è arrivata una mia amica di scuola, dobbiamo studiare. + Aspettate… prima di studiare giochiamo un po’ vi va? + Altrimenti che posso fare io con questo cazzo durissimo? Dai, vi va di giocarci?

– Sì, la mia amica ha detto di sì. + Anche la tua amica è bagnata come te? Controlla la sua fighetta e dimmi chi ce l’ha più bagnata.

– Sto infilando il mio ditino sotto il suo scippino. Mm.. lei è un vero lago, dice che le piace tanto. Ha chiuso le gambe e ha imprigionato la mia mano tra le sue cosce. + Belle maialine troiette.. Mi fate venire il cazzo ancora più duro. Me lo sto menando forte, sapete? Penso alle vostre michette e mi meno il cazzo. Portati il dito alla bocca e leccalo, dimmi che sapore ha la fighetta della tua amica.

– dolciastro… + Ora dille di aprire le cosce e infila la tua testa in mezzo, dai una leccatina alla sua fighetta.

– No…mi vergogno. + Vai.. vedrai come è bello. Scendi troietta, vedrai che ti piacerà. Se ci fossi io darei una bella leccata, vi farei sentire la mia lingua dentro le fighette, vai.. vai…leccale la figa, vai..

– Mmm… sì, me la sta leccando. Ahhh…. La sua lingua mi tocca la fighetta, mi tocca il grilletto. Mmm.. è bello. Tanto bellooo… ho voglia di urlare. + Sììì…così…mmm… vi immagino, sapete? Che bello, due troiette eccitate che si leccano. Dio mi sta scoppiando il cazzo, sìì…sì…leccale la fighetta.

– Sto schizzandoo… sembra pipì, ma non è.. ahhhhhhhhhhhhhh…mi piace. mi piace, daiiiiiiiii… La mia fighetta cola dappertutto. Vengo, vengo…succhiami, succhia, sbrodoooo…. + Skizzo anch’io, sulla tua faccia mentre lecchi, troieeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeee… sborro, sborro.. godoooooooooooooooooo. + Ah, che bella sborrata. Mmm… ho skizzato sullo schermo. Ho il cazzo ancora duro…bellissimo. Ora devo andare, alla prossima. Ciao.

– Ciao, vediamoci qui domani per un altro gioco, ok? Ciao. : *** FINE

About Hard stories

Scrivo racconti erotici per hobby, perché mi piace. Perché quando scrivo mi sento in un'altra domensione. Arriva all'improvviso una carica incredibile da scaricare sulla tastiera. E' così che nasce un racconto erotico.

Leggi anche

copertina racconto erotico

Erika

Erika è la mia ragazza: ha 22 anni (tre meno di me), un carattere molto …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.