Ultimi racconti erotici pubblicati
Home / Gang Bang / Il focolare
copertina racconto erotico

Il focolare

La tormenta di neve imperversava sulle montagne. era la notte di capodanno ed io e Marco eravamo rimasti così bloccati in quel capanno isolato. La noia di quella desolazione cominciò a farsi sentire ben presto. Litigammo: L’antica rabbia ed il risentimento a lungo covati dopo le sue innumerevoli avventure cominciò ad esplodere.
“Bastardo, cosa pensavi mentre ti fottevi quella troia della tua segretaria? ”

“Brutta come un porcospino e piatta come un’autostrada! “. L’avevo davvero punto sul vivo.

“Troia ci sarai te, e poi Maria è sempre meglio di quel bagnino deficiente l’estate scorsa a Rimini. Eravate davvero comici così incastrati in quella cabina”.

Volarono parole grosse poi come una iena Marco mi fu addosso e cominciò a picchiarmi selvaggiamente.

“Ti piace essere menata come faceva quel porco del tuo capo! ”

“Smettila mi fai male! ” – i vestiti si squarciarono in un secco STRAP e fui completamente nuda. Con le sue mani delicate e forti allo stesso tempo Marco cominciò a maltrattarmi i capezzoli, mordendoli e succhiandoli poi con avidità, nel frattempo con la mano libera mi batteva forte sul culo. Con una mossa veloce mi scaraventò a terra e freneticamente prese a spogliarsi, sotto la tuta era completamente nudo. Afferrandomi per i capelli mi impose di girarmi e così prostrata a quattro zampe, allargò le mie natiche con forza e cominciò a fottermi in culo.

“Troia ti sfondo tutta, ti piace sentirlo nel culo”

“no mi fai male smettila ti prego”,

due lacrime rigarono il mio volto, il dolore intenso, imploravo Marco di smettere ma lui in preda ad un arrapamento animale non mi ascoltava. Piano piano quella condizione di impotenza mi eccitò a tal punto che anche io gemevo ormai persa ne turbinio della libidine. Il suo cazzo era bollente e sentirlo così duro dentro di me mi fece urlare di piacere più di una volta: Venni, venni come un fiume in piena.

Anche Marco ebbe un orgasmo fantastico inondandomi il sedere della sua sborra bollente. Non ci eravamo accorti nella foga dell’amplesso che due figure erano entrate nella baita. un uomo ed una donna ci gurdavano seduti sull’ampio divano. Lui teneva tra le mani un bastone possente e lo menava su e giù con arte, la donna invece si toccava i grossi capezzoli turgidi mentre con l’altra mano affondava le sue esili dita nella fica divaricata dal piacere.

L’uomo dalla lunga asta gemeva, stava per arrivare quindi lasciai perdere Marco e avvicinai il mio volto al suo cazzo gigantesco aspettando di bere i frutti del suo duro lavoro, il sapore della sua sborra era acidulo e aveva un non so che di rancido. A quel punto Marco per niente contrariato affondò il viso tra le gambe della donna dando ampie leccate alla sua fessura e affondandovi la lingua quasi ne fosse risucchiata. La donna urlò e dopo il fantastico orgasmo si staccò da Marco venendo verso di me. Leccò il mio volto pieno di sperma del suo uomo e poi scese giù succhiare i miei capezzoli, così facendo mi aveva spinta sull’uomo che aveva di nuovo la mazza in erezione, facendomela entrare completamente àin culo finendo l’opera che Marco aveva cominciato mezz’ora prima. “Si si sfondami tutta ti prego. Due, ne voglio due”. Marco si avvicinò a me e allargatemi le gambe mi fotteva davanti, per non so quante ore fui in balia di due uomini che mi davano piacere da ogni parte in più la donna dalla grande fica mi porgeva ora la sua fessura, ora quel suo buco stretto per leccarli e penetrarli con un grosso vibratore nerboruto. La stanza era ormai un concerto di gemiti, urla e orgasmi, l’uomo sodomizzò anche Marco mentre io gli ciucciavo con forza l’uccello. Dopo ore e ore crollai sfinita, sporca di sborra ovunque e felice di aver goduto così tanto accanto a quel focolare. All’alba la tormenta era passata, Marco dormiva ancora ma l’uomo e la donna erano scomparsi… FINE

About Storie porno

Caro visitatore maggiorenne, sei qui perché ti piace la letteratura erotica o solo per curiosità? Leggere un racconto erotico segna di più perché la tua mente partecipa al viaggio dei nostri attori. Vieni dentro le nostre storie, assapora il sesso raccontato dove la mente fa il resto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.