Ultimi racconti erotici pubblicati
Home / Gang bang, trio e orgie / A casa da nonna
Racconto erotico

A casa da nonna

Come tutti gli anni, a natale ci recammo dai nonni della mamma in montagna a trascorrere le vacanze di natale.
La nonna una signora di 65 anni ancora ben messa anche se il seno una 4° misura sembra un po’ giù. Il nonno ancora arzillo dati i suoi 73 anni, ma in forma, la mamma 42 anni con un fisico da porno star e divorziata da sempre con mio padre ed io 19 anni un fior fiore di ragazzo.
Anche quest’anno andammo dai nonni, che abitano in Valtellina a 1800 metri, fuori paese a circa un quarto d’ora.
Arriviamo prima di mezzogiorno, mettiamo a posto le valigie e ci mettiamo a tavola. Finito il pranzo dico a mamma che ero stanco cosi sarei andato a riposare un po’. Al mio risveglio sento dei strani rumori di cigolio provenire dalla stanza da letto della nonna, cosi con fare furtivo mi avvicino ad origliare e con mio stupore mi accorgo che la parta è aperta e la nonna sta sopra il cazzo del nonno.
La nonna vista da dietro ha un grosso sedere bianco, riesco appena a vedere le sue enormi mammelle che danzano, invece il nonno ha i peli del pene tutti bianchi ed un pene di notevoli dimensioni.
Rimango fuori ad osservare, però la voglia e molto forte per me, cosi infilo le mani dentro la tuta ed inizio ad armeggiare col il mio pene che gia è cresciuto a dismisura. D’un tratto mi sento una mano poggiarsi sopra la mia patta e mi spavento, mi giro ed è la mamma che si lecca le labbra e mi dice di entrare a divertirci anche noi.
Io rimango di stucco però entro, i nonni si fermano solo per un momento, e poi ricominciano.
La mamma mi spoglia e inizia a farmi uno stupendo pompino, nel fra tempo si spoglia, ha dei seni stupendi con grosse aureole scure ed un capezzolo che ti sembra che ti chiami. Il pube con i peli solo a contornare il monte di venere, ben curati di colore nero. Due grosse labbra esterne glabre gia eccitate visto che è già bagnata, infatti si porta la sua mano nella fica sé la bagna e mi fa assaggiare il suo dolce miele.
La nonna ad un tratto mi chiama è dice che ne vuole due di cazzi, cosi mi posiziono dietro di lei la faccio abbassare in avanti e le scivolo dentro molto facilmente, incominciamo a muoverci in sincronia mentre la nonna gemme io ed il nonno andiamo sempre più in profondità, sento il suo cazzo toccare il mio dalla parte della vagina e strusciare i suoi ciglioni contro i miei.
La mamma nel fra tempo sale a cavalcioni sul nonno che inizia un gran bel lavoro di lingua sulla figa della mamma, mentre la nonna ciuccia i capezzoli di mamma.
Andiamo avanti non so per quanto tempo finche veniamo tutti e quattro insieme.
La mamma e la nonna non soddisfatti si posizionano in un bel 69.
Da dove mi trovo riesco a vedere finalmente la figa della nonna ed è una gran figa, completamente depilata, tutta rossa e larga che volendo ci si può vedere dentro. Il nonno ha il cazzo quasi a riposo ma di notevole dimensione circa 18 cm.
Non vogliamo rimanere tanto a vedere cosi ci posizioniamo io dietro nonna, ed il nonno dietro mamma.
Il mio cazzo appena appoggio il glande all’entrata della figa viene come risucchiato al suo interno e comincio a muovermi lentamente, mentre il nonno impalla la mamma nel culo alla quale fuoriesce un gemito di dolore, che subito si tramuta in piacere.
Mentre scopo la nonna la mamma si abbassa e mi lecca la base del mio pene e parte della figa della nonna, questo mi porta ad eccitarmi ancora di più e vengo dentro la figa della nonna.
Il Nonno esce dalla mamma e la fa salire a cavalcioni su di lui cosi e la mamma a dare il ritmo alla danza, ed è una gran bella danza, vedo dondolare i seni di mamma cosi mi viene di nuovo duro e mi porto all’altezza della bocca di mia madre che mi finisce il pompino che aveva iniziato e veniamo tutti e tre insieme.
Le vacanze di natale le abbiamo passate tutti i giorni a scopare come conigli tutto il giorno. FINE

About Storie erotiche

Luce bassa, notte fonda, qualche rumore in strada, sono davanti al pc pronto a scrivere il mio racconto erotico. L'immaginazione parte e così anche le dita sulla tastiera. Digita, digita e così viene fuori il racconto, erotico, sexy e colorato dalla tua mente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.