Ultimi racconti erotici pubblicati
Home / Sorprese / Reparto ginecologia
copertina racconto erotico

Reparto ginecologia

Ieri mattina avevo un appuntamento dal ginecologo, per un controllo, nulla di particolare. Però era il primo appuntamento da un nuovo dottore, quello da cui andavo prima non riuscivo + a sopportarlo: un sessantenne che mi guardava sempre come se avessi la lebbra e sulla mia fragolina usava la stessa delicatezza che un camionista usa sullo spinterogeno del suo motore quando non parte!Così mi son fatta consigliare da mia sorella e ho deciso di provare dal suo.
Beh, sapete com’è, la prima visita da un nuovo dottore che deve metterti 2 dita dentro si è sempre un po’ tese, no?Finalmente dopo 15 min. di attesa l’infermiera mi chiama e mi dice di accomodarmi nello studio, mi dice di spogliarmi completamente e mi dà una specie di camicia da notte da indossare, dopodiché mi dice di mettermi sulla poltrona ginecologica, di appoggiare le ginocchia nelle staffe e di aspettare il dottore , che sarebbe arrivato tra poco. beh, eccomi lì, nuda come quando sono nata, semi-sdraiata su un lettino medico, con le cosce spalancate e la fighetta al vento, pronta a farmi manipolare da un uomo che non ho mai visto! Voi maschietti non potete assolutamente capire che cosa provi una ragazza dal ginecologo, io ogni volta mi ricordo della mia prima visita: pensate che avevo solo 14 anni!!!!!!!… ma ve la racconterò un’altra volta. beh, cosa devo dirvi, la situazione era eccitantissima, io mi rompevo ad aspettarlo, il tessuto della semi-veste che avevo addosso mi accarezzava l’interno delle cosce….. e non ce l’ho fatta a resistere, ho allungato la manina ed ho iniziato a massaggiarmi il clitoride, piano piano, immaginando, ad occhi chiusi, che fosse il medico a farlo.
Dopo un paio di minuti ho cominciato a godere veramente tanto, e sentivo che ero così bagnata che quasi gocciolavo,sapevo che stavo per venire, ma sapevo anche che il dottore sarebbe arrivato da un momento all’altro… che fare? non che ebbi una gran scelta: l’orgasmo piombò nel mio ventre come una saetta, e iniziai a stringere la mia mano fra le mie labbra, tutta tesa come un elastico, venni per almeno un minuto buono!!!! Per fortuna il tempismo del destino è stato perfetto: proprio mentre cercavo di ricompormi, il dottore ha bussato due volte ed è entrato!!!!!!

FINE

About Storie erotiche

Luce bassa, notte fonda, qualche rumore in strada, sono davanti al pc pronto a scrivere il mio racconto erotico. L'immaginazione parte e così anche le dita sulla tastiera. Digita, digita e così viene fuori il racconto, erotico, sexy e colorato dalla tua mente.

Leggi anche

copertina racconto erotico

Gioca con i colleghi!

Ecco la frase con la quale mio marito da un po’ di tempo mi ossessionava …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.